* Campi obbligatori.

Domande frequenti

  • 01. Dove vanno le offerte per i sacerdoti raccolte in Italia?

    Tutte le offerte sono raccolte dall'Istituto centrale per il sostentamento del Clero (situato a Roma) che le distribuisce in maniera equa tra i sacerdoti della Chiesa cattolica italiana.

    Read More
  • 02. A chi sono destinate le offerte

    Le offerte sono destinate ai 35.000 sacerdoti diocesani che operano nelle diocesi italiane, nelle parrocchie e nei Paesi del Terzo mondo.

    Read More
  • 03. Perché non basta il sostentamento locale del sacerdote?

    La trattenuta parrocchiale è proporzionata alla popolazione di pertinenza (Euro 0,0723 per abitante) e metà delle circa 25.000 parrocchie italiane conta in media mille abitanti. Di conseguenza la trattenuta per il sostentamento del sacerdote è di soli 72,30 Euro mensili.

    Non tutti i sacerdoti percepiscono redditi per insegnamento o servizio pastorale.

    È necessario assicurare il sostentamento di oltre 3000 sacerdoti che non esercitano più il ministero per malattia o limiti di età.

    Read More
  • 04. Perché le offerte vanno all'istituto centrale per il sostentamento del clero?

    Le offerte per i sacerdoti vanno all'Istituto centrale per il sostentamento del clero che si occupa della distruzione equa di questi fondi. Il ruolo dell'ICSC è quello di evitare disuguaglianze economiche tra parrocchie più popolose e ricche e parrocchie meno popolose e quindi più povere.

    Read More
  • 05. Quanto guadagna mensilmente un sacerdote?

    Un sacerdote appena ordinato ha diritto ad un sostentamento mensile di 883 Euro, mentre quello di un vescovo ai limiti della pensione è di 1.376 Euro mensili.

    Read More
  • 06. Perché fare un'offerta per i sacerdoti se esiste già l'8xmille?

    Il sistema 8xmille è stato concepito per servire altri scopi di carità. Sono le offerte che dovrebbero essere la fonte principale di reddito per i sacerdoti. La ragione per cui l'8xmille contribuisce al sostentamento dei sacerdoti è la scarsità delle offerte che oggi coprono solo il 1,7% del necessario.

    Read More
  • 07. Cos'è un'offerta deducibile?

    Un'offerta è deducibile dal reddito annuale se effettuata tramite le seguenti modalità:

    • carta di credito
    • conto corrente postale
    • bonifico bancario
    • istituto diocesano sostentamento clero della tua diocesi

    Le offerte per i sacerdoti realizzate tramite le modalità sopra elencate sono deducibili dal reddito annuale fino ad un massimo di Euro 1.032,91.

    Read More
  • 08. Quanti offerenti ci sono in italia oggi?

    Oggi ci sono 78.289 offerenti che riescono a coprire soltanto il 1,7% del sostentamento dei sacerdoti (12 mensilità di una media di 1.000 Euro). La somma raccolta nel 2017 è stata di 9.609.000 Euro.

    Read More
  • 09. Perché fare un'offerta?

    La tua offerta è fondamentale per il ruolo che i sacerdoti svolgono nella comunità in quanto essa assicura loro una minima sussistenza permettendo loro di dedicarsi ai bisogni degli altri.

    Read More
  • 10. Quando posso fare un'offerta?

    Puoi fare un'offerta per i sacerdoti in qualsiasi periodo dell'anno. La puoi fare anche più volte all'anno se desideri.

    Read More
  • 11. Con chi posso parlare nella mia diocesi per sapere più sul sovvenire?

    Per avere maggiori informazioni sul sovvenire puoi parlare con il tuo parroco, i membri del Consiglio parrocchiale per gli affari economici e gli incaricati diocesani per il sovvenire. La rete del sovvenire è diffusa in tutte le 224 diocesi italiane e fa riferimento al Servizio promozione per il sostegno economico alla Chiesa cattolica, ufficio della Conferenza Episcopale Italiana (C.E.I.).

    Read More
  • 1